I nostri giorni

Nel gennaio 1984, con l’arrivo di Don Antonio Borsani, nuovo parroco di Villa Cortese, il Consiglio del G.S.O., dopo varie vicissitudini si rinnova e viene data una nuova impostazione, soprattutto con l’attività di volontari quali i fratelli Mauro e Marzio Giacomini, mentre la segreteria continua con Marzio Centurelli.
Intanto a guidare l’oratorio viene chiamato Don Giorgio Barbanti, che sostituisce Don Francesco Grasselli inviato come parroco a Villa Vergano.
Attraversata la fase di transizione, si riesce a richiamare nuovi ragazzi per formare le squadre nell’ambito del calcio del G.S.O. in Oratorio.
Questi sforzi sono premiati da nuovi discreti piazzamenti nei campionati di competenza e nei tornei dopo campionato.
Intanto il Parroco, con un impegno assunto fin dai primi giorni di sua presenza in Villa Cortese, fa edificare i nuovi ed invidiati spogliatoi, e qualche tempo dopo si allestiscono pure un nuovo campo di pallavolo e di pallacanestro.
Il segretario del G.S.O., Marzio Centurelli, estende ai collaboratori l’esigenza di avere un Consiglio Direttivo coordinato da un nuovo Presidente;alle lettere inoltrate allo scopo rispondono affermativamente con impegno i nuovi dirigenti: Presidente Cucco Dott. Carlo, vice presidente Luigi Vignati, segretario Marco Barlocco, allenatore e cassiere Osvaldo Bossi, altri allenatori Gianluca Leoni, Mauro e Marzio Giacomini, consiglieri tuttofare Giuseppe Mantovani, Luciano Giorgi, Giovanni Lavazza, Riccardo Oldani, Nando Provasi, Ercole Crespi.
Si raggiungono ottimi quanto inaspettati obiettivi fino al primo posto nel campionato di categoria Esordienti nel 1988/89. E poi con gli stessi effettivi il primo posto Alto Milanese organizzato dai comuni.
Nel 1990/91 i raggiungono il primo posto nel campionato e si aggiudicano pure la fase finale del torneo.
Nello stesso anno, una nuova squadra di Esordienti è iscritta ai campionati F.I.G.C., e pur non brillando eccessivamente, raggiunge il secondo posto nel torneo finale di categoria. In questi anni sono pure indetti tornei “ad memoriam” di persone che hanno dato il loro contributo alla causa dello sport nell’ambito oratoriano; il “Memorial Morelli Lucio”, voluto dall’attuale vice Presidente Luigi Vignati, ed il “Memorial Pierino Colombo” che fu dirigente G.S.O..
Il 1991 è ricordato come l’anno in cui diversi giocatori e allenatori “partono” per importanti squadre di seria “A” mentre l’oratorio rimane orfano di Don Giorgio, chiamato ad altri compiti nella comunità di Carugate.
Ma nel 1992 con il nuovo coadiutore Don Pierangelo Motta, si ridisegna il nuovo Consiglio G.S.O.: Presidente Marco Barlocco, vice presidente Luigi Vignati, segretaria Caterina De Berti, cassiere Alberto Fornara, allenatori Mauro e Marzio Giacomini, Giuseppe Mantovani, consiglieri Alberto Dell’Acqua, Joao Paulo Texeira, Giuseppe Rabbolini, Lauro Munerato, Mariano Spiga.
Le due squadre degli Allievi e degli Esordienti si posizionano a metà classifica senza infamia né lode, ma i giovani del G.S.O. sono ugualmente da elogiare in quanto, per tutto il campionato, si attengono negli impegni, alle regole educative dettate dall’ambiente oratoriano.
Con l’aiuto della Parrocchia si procede al potenziamento del già esistente impianto di luci del campo da gioco, impianto che viene supportato da un ben attrezzato sistema “audio”.
Nel settembre 1993, il Consiglio G.S.O. decide di iniziare la stagione agonistica organizzando un memorabile ritiro sportivo sui monti della Valle d’Aosta a Torgnon, dove la parrocchia possiede una casa per vacanze.
L’esperienza per i ragazzi ed i dirigenti risulterà indimenticabile; i giovani calciatori si prodigano in campionato come non mai, in un gioco di squadra che li porta subito ai vertici della classifica ove rimangono fino a inverno inoltrato. La primavera sembra però intiepidire gli ardori negli animi degli Allievi; la squadra, diretta dall’instancabile Mauro Giacomini, si “lascia andare” e così la vittoria del campionato sfuma malamente.
Anche gli Esordienti, seppur continuamente stimolati dall’allenatore Giuseppe Mantovani, non lasciano la posizione di bassa classifica fino al termine di campionato.
L’anno 1994 inizia all’insegna di un accordo di reciproca collaborazione stipulato tra G.S.O. e U.S. Villa Cortese, al fine di permettere un interscambio di ragazzi tra le due Società con lo scopo di raggiungere così più facilmente gli organici sufficienti ad iscrivere il maggior numero di squadre ai rispettivi campionati.
Negli anni 1994/95 il G.S.O. è supportato dall’allenatore Felice Poretti (frutto dell’accordo con l’U.S. Villa Cortese) ed iscrive ben tre squadre ai campionati Pulcini, Esordienti e Giovanissimi.

Ultima modifica Sabato 01 Ottobre 2011 14:25